A cosa è servita la vittoria del NO del referendum del 4 dicembre 2016?

ricerche a cura del dott Giovanni Grecosaccenti

A cosa è servita la vittoria del NO del referendum del 4 dicembre 2016?

Siamo italiani _ figli della Troika _ e pronipoti di sua maestà il denaro. A COSA E’ SERVITA LA VITTORIA DEL NO? A farci subire il renzi-bis. Stai sereno popolo italiano, che dopo arriva il renzi-tris.

* … e con Gentiloni : Verdini sarà “l’ago della bilancia” … A cosa è servita la vittoria del NO?  

A nulla. Solo a darci l’illusione che un referendum sarebbe stato “democraticamente” in linea con il volere del popolo. Infatti i poteri forti hanno già devastato l’Italia e il Sud e la democrazia fittizia italiana è così “gentile” che, dopo aver constatato che il popolo è contro questo governo, bene, una volta fatto il referendum, e dopo che il 4 dicembre ha vinto il NO, … sempre “democraticamente” (???), l’attuale elite di potere ha comunque trasformato il No in un semplice ***tempo perso*** per i loro affari … e infatti l’11 dicembre questa elite Made in It prosegue nuovamente sulla strada che si era prefissata, cioè di togliere sovranità al popolo, ora emanando la fotocopia del governo precedente. Come se non fosse accaduto nulla. Il suo imperativo (di questa elite) infatti è svendere l’Italia all’Europa di burocrati non eletti da nessuno. Non a caso con la consueta saccenza e disprezzo, i sostenitori del SI dicevano che chi ha votato NO sono  “POPULISTI“. Intanto con ABUSI DI POTERE permanenti, tagliano la sanità ad esempio, che è come dire … I malati? Che si ammalassero! Pochi ospedali al Sud? Che crollino! Mentre la casta per se stessa elargisce “Polizze per onorevoli”, Fraccaro: “350mila euro l’anno per insetti e insolazioni” cfr : http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/08/12/assicurazione-per-parlamentari-fraccaro-m5s-350mila-euro-lanno-per-insetti-e-insolazioni/552061/
Ops … la sanità. Ascoltate cosa è la sanità in Italia e nel sud in particolare. Ne abbiamo discusso in radio con Pino Aprile. 

Radio L’isola che non c’è – “La Sanità” Sud e Nord Italia – 23 nov 2016

Ma anche su un altro tema : quanti sostengono che le 80 euro erano solo “brioches” ?
Siamo nello stallo di un despotismo radicalizzato, in un sistema di sfruttamento capillare che impedisce la libertà democratica, e siamo sotto regole e metodi che non lasciano presagire nulla di efficente o di buono; ma siamo solo schiavi regnati da una monarchia impassibile e che umilia puntualmente tutte le reali funzioni di un governo equo. Il popolo merita rispetto, ma invece è trattato con tanto disprezzo, quando invece “loro” casta con vitalizzi da paperon de paperoni, fanno, dicono, ottengono tutto. Questo divario aprirà un medioevo, un regresso che è unico in tutto il mondo evoluto.
O meglio : Siamo già adesso nel pieno apice del regresso medioevale. La caccia alle streghe è già in atto da alcuni decenni. Tutti quelli che alzano la testa sono zittiti da un sistema al potere che utilizza proprio la sanità, oltre che la forza, per cacciare chiunque si ribelli al potere dominante. Dovreste girare in internet per trovare quanti giornalisti coraggiosi … sono stati poi presi e con la forza gli è stato fatto un tso. Esagero? Guarda caso di questi risvolti della caccia alle streghe contemporanea, non se ne parla mai. Infatti l’informazione in Italia è al 70esimo posto per libertà d’informazione. E i disastri di questa sanità stanno tutti nella corruzione che l’ha forgiata con appalti sospetti e interessi politico mafiosi che si distribuiscono fra loro medici e sindaci compiacenti … pur di non far intaccare quel “loro” sistema di potere. Poi, che il popolo si arrabbi … vabè, useranno la forza in ogni caso. Mica si lasciano sfuggire l’osso! Sbraneranno chiunque gli si opporrà. Anche distruggendo ancora di più tutta l’Italia. E lo faranno con il sorriso dei saccenti, impassibili al cambiamento, nati nella bambagia e cresciuti nel privilegio. In quanto questi saccenti italioti, continueranno a sorseggiare il loro te, mentre l’Italia e il sud cadranno a pezzi.

Ho ben capito che il popolo si sta svegliando sulla conduzione italiana, e che ora molti pongono attenzione alla real politik, chi più chi meno, chi argomenta eloquentemente chi no … l’importante è aprire gli occhi e trovare le soluzioni. Altrimenti si è parte del problema. Resta un pensiero, storico. Nel 1861 le banche che finanziarono la regina d’Inghilterra, quindi i savoia, cavour, i mazziniani e garibaldi, sono la stessa attuale elite finanziaria della trilaterale, che impone norme e tagli ai governi europei, fitofarmaci e trivelle. A pensar male etc etc … ma resta questo pensiero; ossia che dal 1861 ad oggi esista una linea sottile che congiunge la venuta dei savoia con la realtà dei giorni nostri; ossia quella storia risorgimentale e anti borbonica che si è dipinta come risorgimento —

“Risorgimento” da cosa poi, giacchè ancora ora nessuno ha ancora dimostrato alcunchè, anzi la verità è sempre stata offuscata. Semmai non avevamo da risorgere da un bel niente, visto che il regesso lombrosiano, le depauperazione meridionale (e ora dell’Italia intera), e le emigrazioni di massa del meridione, sono cose nate tutte con i savoia quel maledetto 1861.
http://belsalento.altervista.org/da-garibaldi-ai-massoni-agli-inglesi-ai-savoia-viaggio-dal-1861-alla-mafia-di-oggi/

Di tutto questo, il Salento ne pagherà ancora altre e ulteriori conseguenze?

Da Garibaldi ai massoni agli inglesi ai Savoia. Viaggio dal 1861 alla mafia di oggi

Vince il NO, ma sono “POPULISTI”. Parola di ultramilionari

L’Italia rischia il commissariamento della Troika


Ricerche a cura del dott Giovanni Greco;
dott in Conservazione dei Beni Culturali, con laurea in archeologia industriale, è studioso e autore di numerose ricerche sul Salento, Erasmus in Germania nel 1996, ha viaggiato per venti anni in Italia e in Europa, ha lavorato un anno in direzione vendite Alitalia nell’aeroporto internazionale di Francoforte, ha diretto per cinque anni la sezione web di un giornale settimanale cartaceo italiano a Londra, libero professionista, videomaker, artista raku, poeta, webmaster, blogger, ambientalista, presentatore, art director, graphic designer, speaker radio, giornalista freelance Internazionale iscritto presso l’agenzia GNS Press tedesca, collabora come freelance con diverse realtà sul web e sul territorio locale. Dal 1998 è direttore responsabile della rivista on line “BelSalento.com – arte, storia, ambiente, politica e cultura della Terra dei Due Mari – Servizi di Fruizione Culturale”.
BelSalento è un progetto a cura del dott Giovanni Greco

i miei viaggi in Europa dal 1996 al 2014 – Giovanni Greco

Sostieni il sito di BelSalento.comun progetto nato nel 1998 a cura del dott Giovanni Greco. Se ti sono piaciute le ricerche dei nostri articoli e trovi utile l’impegno e il lavoro di fruizione culturale che offriamo da circa venti anni, sostieni questo sito con una tua libera e preziosa donazione su PayPal; scegli tu l’importo che ritieni giusto donarci. Il tuo contributo è fondamentale per farci crescere e migliorare la produzione dei video-documentari e delle pagine internet che leggi sfogliando questo sito.
L’intera redazione di BelSalento.com te ne sarà infinitamente grata
😉



Asimov

Se la conoscenza può creare dei problemi, non è con l’ignoranza che possiamo risolverli (Isaac Asimov)

Segui BelSalento.com, arte storia ambiente e cultura della terra dei due mari. Dal 1998 servizi di fruizione culturale : Tradizioni, Mare e Terra del BEL SALENTO. Parco Letterario, Archeologia Industriale, Preistoria, Storia e Ambiente, Cucina, Arte, Musica, Poesie, Cinema, Teatro, Webtv, GreenLife, Foto, Giornalino e Video Documentari più un blog e due profili fb

 

a cura di Giovanni Greco