Raffaele Falco di Falconibus 1496 e il fantasma di Caterina Delli Falconi del XIV secolo

Il ramo della famiglia di mio nonno Enzo Falco discende da Raffaele Falco di Falconibus ambasciatore degli aragonesi che nel 1496 entrò in possesso del casale di Roca e della foresta di Lecce. Fratello di Antonio eroe della guerra d’Otranto e figlio di Marino segretario del principe Giovanni Antonio Orsini Del Balso.

I Falco de Falconibus

nella foto il castello dei baroni Falco de Falconibus a Pulsano (TA)


Falco de Falconibus è la famiglia dalla quale discendeva il mio nonno materno, baroni di Pulsano, di origini metapontine, un erede si distinse nella guerra contro i turchi. Nel ‘400 la famiglia si chiamò semplicemente Falco, trasferendosi a Lecce. Il ramo di mio nonno fece costruire una masseria in una zona di Campi Salentina che da allora è denominata li Falchi. La masseria venne fatta demolire qualche anno fa dall’allora sindaco Palasciano, che mi espropriò l’unico pezzettino di terra che era ancora di mia proprietà, accanto alla masseria. Nella famiglia si annovera una famosa pittrice del ‘500, Rosa Falco di Campi Sal. Dopo anni ed anni capisco perchè la famiglia di mia nonna materna, erede della cultura di Bagnara messapica, avversò il matrimonio dei miei nonni: non volevano sangue spartano nella loro discendenza: bhe’ io sono contenta di aver scoperto in me anche il gene spartano.


il fantasma di Caterina Delli Falconi

Nel 1286 nasce a Pulsano Renzo Delli Falconi, che ebbe una figlia: la bellissima Caterina Delli Falconi, la quale sposò un uomo senza scrupoli che, morto il padre della ragazza nel 1326, la vendette agli zii in cambio di alcune proprietà terriera. La triste storia di Caterina si amplia allprchè i suoi zii, interessati dall’eredità, pensarono di imprigionare la ragazza nella Torre Rotonda del castello, e poi la fecero decapitare. infine gettarono il suo corpo nella torre prigione.

E tutt’ora in quel castello persiste la leggenda del fantasma di Caterina, in quanto da allora tutte le notti di luna piena qualcuno intravede il suo mezzo busto che si aggira di bianco vestita. Il suo nome a quanto pare fu mutato da  Caterina in Angelica, si dice per il suo aspetto celestiale e anche perché “suona più dolce ed armonioso e sa di avventura cavalleresca”, sostiene lo storico di Pulsano Andrea De Marco.
Durante i lavori di restauro del Castello De Falconibus è stata ritrovata una tomba ai piedi della Torre Rotonda e in essa è stato rinvenuto il corpo di una donna che sembra risalgano all’epoca in cui visse la nostra Caterina.
Addirittura la Pro Loco di Pulsano ha chiesto al team Ghost Hunters Puglia di fare delle ricerche.


Sostieni BelSalento ~ da 20 anni Servizi di Fruizione Culturale della Terra dei Due Mari

a cura del dott Giovanni Greco;
dott in Conservazione dei Beni Culturali, con laurea in archeologia industriale, è studioso e autore di numerose ricerche sul Salento, Erasmus in Germania nel 1996, ha viaggiato per venti anni in Italia e in Europa, ha lavorato un anno in direzione vendite Alitalia nell’aeroporto internazionale di Francoforte, ha diretto per cinque anni la sezione web di un giornale settimanale cartaceo italiano a Londra, libero professionista, videomaker, artista raku, poeta, webmaster, blogger, ambientalista, presentatore, art director, graphic designer, speaker radio, giornalista freelance Internazionale iscritto presso l’agenzia GNS Press tedesca, collabora come freelance con diverse realtà sul web e sul territorio locale. Dal 1998 è direttore responsabile della rivista on line “BelSalento.com – arte, storia, ambiente, politica e cultura della Terra dei Due Mari – Servizi di Fruizione Culturale”.
BelSalento è un progetto a cura del dott Giovanni Greco

i miei viaggi in Europa dal 1996 al 2014 – Giovanni Greco

Sostieni il sito di BelSalento.comun progetto nato nel 1998 a cura del dott Giovanni Greco. Se ti sono piaciute le ricerche dei nostri articoli e trovi utile l’impegno e il lavoro di fruizione culturale che offriamo da circa venti anni, sostieni questo sito con una tua libera e preziosa donazione su PayPal; scegli tu l’importo che ritieni giusto donarci. Il tuo contributo è fondamentale per farci crescere e migliorare la produzione dei video-documentari e delle pagine internet che leggi sfogliando questo sito.
L’intera redazione di BelSalento.com te ne sarà infinitamente grata
😉



Asimov
Se la conoscenza può creare dei problemi, non è con l’ignoranza che possiamo risolverli (Isaac Asimov)

Segui BelSalento.com, arte storia ambiente e cultura della terra dei due mari. Dal 1998 servizi di fruizione culturale : Tradizioni, Mare e Terra del BEL SALENTO. Parco Letterario, Archeologia Industriale, Preistoria, Storia e Ambiente, Cucina, Arte, Musica, Poesie, Cinema, Teatro, Webtv, GreenLife, Foto, Giornalino e Video Documentari più un blog e due profili fb

 

a cura di Giovanni Greco
Parco Letterario, Storia, Varie

Informazioni su belsalento

Giovanni Greco, dott in Conservazione dei Beni Culturali, con laurea in archeologia industriale, è studioso e autore di numerose ricerche sul Salento, Erasmus in Germania nel 1996, ha viaggiato per venti anni in Italia e in Europa, ha lavorato un anno in direzione vendite Alitalia nell'aeroporto internazionale di Francoforte, ha diretto per cinque anni la sezione web di un giornale settimanale cartaceo italiano a Londra, libero professionista, videomaker, artista raku, poeta, webmaster, blogger, ambientalista, presentatore, art director, graphic designer, speaker radio, giornalista freelance Internazionale iscritto presso l'agenzia GNS Press tedesca, collabora come freelance con diverse realtà sul web e sul territorio locale. Dal 1998 è direttore responsabile della rivista on line “BelSalento.com - arte, storia, ambiente, politica e cultura della Terra dei Due Mari - Servizi di Fruizione Culturale”.

Precedente IL SALENTO NEL 1799 L'uomo della reazione: Tommaso Luperto Successivo "Capitan Black" Giuseppe De Dominicis poeta vernacolare in BelSalento

Lascia un commento