Pietro Cavoti in BelSalento

ricerche a cura del dott Giovanni Greco

artisti

Pietro Cavoti

25335f_a557cf8c42e94d038cbbbcc0e33d5ac6(Galatina, 28 dicembre 1819 – Galatina, 2 febbraio 1890) è stato un artista, pittore e studioso dell’arte.

Credo che quando si devono illustrare per gli antichi monumenti d’arte, quant’oppiù si addensa intorno a loro la nebbia, tantoppiù bisogna appuntare l’occhio e scrutare certi particolari minuti e occulti, i quali spesso ti fanno (per così dire) cogliere l’artista o l’operaio nell’atto del suo lavoro e per tal modo essere in grado di stabilire più saldamente i fatti più tenebrosi e più importanti. Questo modo di vedere i monumenti antichi mi pare piùcchemmai necessario quanto oltre allo studiarli si intende anche a restaurali, mentre il fare altrimenti spesso porta non restauri ma danni maggiori. I sassi, i bronzi, le pietre e qualunque monumento, hanno una certa parola, con la quale senza alcun segno di lettre, ci additano l’origine loro, e l’età alla quale appartengono: basta però che si sappiano bene interrogare

Pietro Cavoti


Studiò a Lecce al Real Collegio dei Gesuiti, successivamente con Sigismondo Castromediano, partecipò al movimento patriottico liberale del Salento. Fu Insegnante di lingua francese, disegno e calligrafia nel Collegio degli Scolopi; che diventerà poi Liceo Convitto Colonna, sede dell’attuale museo a lui dedicato.

Dal Ministro della Pubblica Istruzione ricevette l’incarico di censire e classificare i monumenti italiani ed indicare quali considerare monumenti nazionali. Iniziò dalla Chiesa di Santa Caterina a Galatina (Lecce) e della Chiesetta di Santo Stefano a Soleto (Lecce). Dal 1861 al 1876 soggiornò in Firenze.

Nel 1876 Sigismondo Castromediano gli affidò l’incarico di presidente della Commissione conservativa dei monumenti di Terra d’Otranto e di Ispettore dei monumenti.

25335f_04c85e27c8804341b346834278317b2d

E successivamente ricevette l’incarico di rilevare gli affreschi del Palazzo Marchesale di Sternatia (Lecce) e di effettuare lo studio dell’edificio arcaico detto Le Cento Pietre di Patù (Lecce).

A cura del dott. Giovanni Greco

foto di Rita Marra

da visitare il museo Cavoti in Galatina http://www.museocavoti.it/

11178235_10205244791331760_7304762980954741473_n

LA CENTOPIETRE DI PATU’, ACQUERELLO DI “PIETRO CAVOTI”.
di Rita Marra
Con una perizia quasi fotografica Pietro Cavoti, rappresenta l’antico monumento funerario di interesse nazionale situato nel comune di Patù.
Le centopietre è una singolare costruzione di forma rettangolare costruita con 100 blocchi di roccia calcarea provenienti dalla vicina città messapica di Vereto. Le sue dimensioni sono queste: lunghezza m. 7,20; larghezza m. 5,50; altezza m. 2,60.


Ricerche a cura del dott Giovanni Greco;
dott in Conservazione dei Beni Culturali, con laurea in archeologia industriale, è studioso e autore di numerose ricerche sul Salento, Erasmus in Germania nel 1996, ha viaggiato per venti anni in Italia e in Europa, ha lavorato un anno in direzione vendite Alitalia nell’aeroporto internazionale di Francoforte, ha diretto per cinque anni la sezione web di un giornale settimanale cartaceo italiano a Londra, libero professionista, videomaker, artista raku, poeta, webmaster, blogger, ambientalista, presentatore, art director, graphic designer, speaker radio, giornalista freelance Internazionale iscritto presso l’agenzia GNS Press tedesca, collabora come freelance con diverse realtà sul web e sul territorio locale. Dal 1998 è direttore responsabile della rivista on line “BelSalento.com – arte, storia, ambiente, politica e cultura della Terra dei Due Mari – Servizi di Fruizione Culturale”.
BelSalento è un progetto a cura del dott Giovanni Greco

i miei viaggi in Europa dal 1996 al 2014 – Giovanni Greco

Sostieni il sito di BelSalento.comun progetto nato nel 1998 a cura del dott Giovanni Greco. Se ti sono piaciute le ricerche dei nostri articoli e trovi utile l’impegno e il lavoro di fruizione culturale che offriamo da circa venti anni, sostieni questo sito con una tua libera e preziosa donazione su PayPal; scegli tu l’importo che ritieni giusto donarci. Il tuo contributo è fondamentale per farci crescere e migliorare la produzione dei video-documentari e delle pagine internet che leggi sfogliando questo sito.
L’intera redazione di BelSalento.com te ne sarà infinitamente grata
😉



Asimov
Se la conoscenza può creare dei problemi, non è con l’ignoranza che possiamo risolverli (Isaac Asimov)

Segui BelSalento.com, arte storia ambiente e cultura della terra dei due mari. Dal 1998 servizi di fruizione culturale : Tradizioni, Mare e Terra del BEL SALENTO. Parco Letterario, Archeologia Industriale, Preistoria, Storia e Ambiente, Cucina, Arte, Musica, Poesie, Cinema, Teatro, Webtv, GreenLife, Foto, Giornalino e Video Documentari più un blog e due profili fb

 

a cura di Giovanni Greco
         

Arte, Parco Letterario

Informazioni su belsalento

Giovanni Greco, dott in Conservazione dei Beni Culturali, con laurea in archeologia industriale, è studioso e autore di numerose ricerche sul Salento, Erasmus in Germania nel 1996, ha viaggiato per venti anni in Italia e in Europa, ha lavorato un anno in direzione vendite Alitalia nell'aeroporto internazionale di Francoforte, ha diretto per cinque anni la sezione web di un giornale settimanale cartaceo italiano a Londra, libero professionista, videomaker, artista raku, poeta, webmaster, blogger, ambientalista, presentatore, art director, graphic designer, speaker radio, giornalista freelance Internazionale iscritto presso l'agenzia GNS Press tedesca, collabora come freelance con diverse realtà sul web e sul territorio locale. Dal 1998 è direttore responsabile della rivista on line “BelSalento.com - arte, storia, ambiente, politica e cultura della Terra dei Due Mari - Servizi di Fruizione Culturale”.

Precedente Bortone in BelSalento Successivo Intitolazione Strada a Re Carlo Di Borbone 25 maggio 2016 in SANT'ARPINO (CE)