“Parliamo di Salute con …” il dott Agostino Di Ciaula – BelSalento

 Ho messo insieme alcuni dati sulla Basilicata e ringrazio il quotidiano “Avvenire” (che oggi ha dedicato a questo la prima pagina) per averli divulgati. Niente di nuovo per i lucani, che hanno tentato invano, nel corso degli anni, di denunciare i rischi legati al loro ambiente di vita e la loro rabbia di popolazione discriminata. Arrivava sempre, puntualmente, la rassicurazione di qualcuno a sminuire gli sforzi e le urla di una comunità sotto assedio, costretta a dividere la propria aria, la propria acqua e il proprio suolo con le trivelle. è abbastanza inverosimile pensare che concentrare il 70% delle estrazioni nazionali di idrocarburi in una piccola area geografica non possa avere conseguenze sulla salute di chi ci vive. Ci sono ancora molti buchi informazionali (neri come il petrolio) da colmare e si spera che ora questo avvenga rapidamente, ancora una volta grazie all’aiuto della magistratura.

Agostino Di Ciaula

— ~ —

Il network scientifico internazionale “Researchgate” mi informa oggi che il mio articolo sull’aumentato rischio di cancro gastrico nei circa 700.000 pugliesi residenti in prossimità di una discarica è stato già letto, a distanza di soli 4 mesi dalla pubblicazione, da 444 ricercatori di vari Paesi. Questo dato certifica il vivo interesse della comunità scientifica internazionale per le conseguenze sanitarie della inadeguata gestione dei rifiuti, tema che vede un costante moltiplicarsi di evidenze a favore della necessità di un veloce cambio di rotta, soprattutto in termini di abbandono delle discariche e dell’incenerimento. La speranza è che tutto questo venga presto trasferito nei processi decisionali di quella parte di politica che si ostina ad andare in direzione contraria alla scienza ed al buon senso, alimentando intollerabili forme di discriminazione ambientale e sanitaria a danno della comunità esposte.

Agostino Di Ciaula

— ~ —

La mappatura delle trivellazioni in Basilicata dalla fine degli anni ’50 ad oggi. Pubblicavo questa immagine il 23 ottobre 2014, parlando di “sacco della Basilicata” e immaginando nel commento quello che sarebbe successo in quella e in molte altre regioni dopo l’approvazione dello sblocca-Italia, anche in tema di inquinamento e gestione dei rifiuti. Pensavo e scrivevo quello che penso e ripropongo oggi, dopo le dimissioni del ministro Guidi: “… Verrà fatto a pezzi qualunque proposito alternativo di sviluppo sostenibile, passando sulla testa delle comunità, schiacciando alcune delle più importanti norme costituzionali e continuando il regime protezionistico nei confronti delle lobby che sostengono, ormai sole, uno dei governi più autocratici, decisionisti e anti-partecipativi che la storia d’Europa ricordi”. La storia successiva purtroppo non mi ha smentito. Agostino Di Ciaula
23 Ottobre 2014
Questa è la mappatura delle trivellazioni in Basilicata dagli anni ’50 a fine 2013. E’ niente in confronto a ciò che accadrà in quella regione con lo “sblocca-Italia”, una delle peggiori usurpazioni del diritto alla tutela di ambiente e salute che si siano mai viste nel nostro Paese. Eni spa ha presentato (al 2013) 83 comunicazioni di situazioni di potenziale inquinamento relative ad altrettanti siti di pozzi petroliferi in Basilicata. Quando il decreto “sblocca-Italia” verrà approvato, se si dovessero concedere con “titolo concessorio” ministeriale nuove autorizzazioni, il territorio interessato si raddoppierebbe, superando il 60% dell’intera area regionale. Non solo le zone da bonificare (ancora in larga parte indefinite) rischieranno di non essere mai concretamente bonificate ma saranno ulteriormente inquinate da altri insediamenti. Il sacco della Basilicata è solo uno degli esempi di quello che accadrà a livello nazionale in termini di mancate bonifiche, di ulteriore inquinamento, di pessime pratiche nella gestione dei rifiuti. Quello che temevo diversi mesi prima che il testo dello “sblocca-Italia” fosse reso noto https://www.facebook.com/notes/agostino-di-ciaula/il-decreto-sblocca-italia-che-lascerà-fare-alla-gente-quel-che-vuol-fare/10152298792934678 si è purtroppo avverato, e non era difficile prevederlo. Verrà fatto a pezzi qualunque proposito alternativo di sviluppo sostenibile, passando sulla testa delle comunità, schiacciando alcune delle più importanti norme costituzionali e continuando il regime protezionistico nei confronti delle lobby che sostengono, ormai sole, uno dei governi più autocratici, decisionisti e anti-partecipativi che la storia d’Europa ricordi. E’ nostro dovere fare tutto il possibile per fermarlo, utilizzando tutti gli strumenti che la politica, la civiltà e la magistratura ci mettono a disposizione. Non resteremo fermi a guardare.

Agostino Di Ciaula

— ~ —

questo è solo l’ultimo, in ordine temporale, dei numerosi studi che confermano la nocività degli inceneritori di rifiuti. MAI PIU’ INCENERITORI. NON QUI, NON ALTROVE. NON ORA, NE’ MAI.12670337_10208869465323209_8140384762363177638_n

Agostino Di Ciaula

Become a Patron!

Diventa mecenate Patreon di BelSalento.com nella piattaforma del mio crowdfunding e scopri i vantaggi che ho riservato solo per te. Con la tua donazione potrò sviluppare al meglio le mie attività di creator e in cambio avrai tanti benefit e premi super esclusivi disponibili solo per chi entrerà nella mia comunity Patreon 😉 Non esitate a scrivermi con nuove idee o suggerimenti :)) Qui il mio invito per voi lettori.

Sostieni BelSalento ~ da 20 anni Servizi di Fruizione Culturale della Terra dei Due Mari

Patreonhttps://www.patreon.com/BelSalento
Paypalhttps://www.paypal.me/giogrecobelsalento
SitoWebWww.BelSalento.com
FacebookBelSalento.com
YoutubeGiovanni Greco 
Ebay: grec_10 https://www.ebay.it/usr/grec_10

a cura di Giovanni Greco per i Servizi di Fruizione Culturale di BelSalento – SOSTIENI e mantieni in vita questo canale rivolto a fornire servizi di fruizione culturale sulla terra dei due mari.
DONA tramite PAY PAL o carta di credito.

a cura del dott Giovanni Greco;
dott in Conservazione dei Beni Culturali, con laurea in archeologia industriale, è studioso e autore di numerose ricerche sul Salento, Erasmus in Germania nel 1996, ha viaggiato per venti anni in Italia e in Europa, ha lavorato un anno in direzione vendite Alitalia nell’aeroporto internazionale di Francoforte, ha diretto per cinque anni la sezione web di un giornale settimanale cartaceo italiano a Londra, libero professionista, videomaker, artista raku, poeta, webmaster, blogger, ambientalista, presentatore, art director, graphic designer, speaker radio, giornalista freelance Internazionale iscritto presso l’agenzia GNS Press tedesca, collabora come freelance con diverse realtà sul web e sul territorio locale. Dal 1998 è direttore responsabile della rivista on line “BelSalento.com – arte, storia, ambiente, politica e cultura della Terra dei Due Mari – Servizi di Fruizione Culturale”.
BelSalento è un progetto a cura del dott Giovanni Greco

i miei viaggi in Europa dal 1996 al 2014 – Giovanni Greco

Sostieni il sito di BelSalento.comun progetto nato nel 1998 a cura del dott Giovanni Greco. Se ti sono piaciute le ricerche dei nostri articoli e trovi utile l’impegno e il lavoro di fruizione culturale che offriamo da circa venti anni, sostieni questo sito con una tua libera e preziosa donazione su PayPal; scegli tu l’importo che ritieni giusto donarci. Il tuo contributo è fondamentale per farci crescere e migliorare la produzione dei video-documentari e delle pagine internet che leggi sfogliando questo sito.
L’intera redazione di BelSalento.com te ne sarà infinitamente grata
😉



Asimov
Se la conoscenza può creare dei problemi, non è con l’ignoranza che possiamo risolverli (Isaac Asimov)

Segui BelSalento.com, arte storia ambiente e cultura della terra dei due mari. Dal 1998 servizi di fruizione culturale : Tradizioni, Mare e Terra del BEL SALENTO. Parco Letterario, Archeologia Industriale, Preistoria, Storia e Ambiente, Cucina, Arte, Musica, Poesie, Cinema, Teatro, Webtv, GreenLife, Foto, Giornalino e Video Documentari più un blog e due profili fb

 

a cura di Giovanni Greco
Natura e Ambiente

Informazioni su belsalento

Giovanni Greco, dott in Conservazione dei Beni Culturali, con laurea in archeologia industriale, è studioso e autore di numerose ricerche sul Salento, Erasmus in Germania nel 1996, ha viaggiato per venti anni in Italia e in Europa, ha lavorato un anno in direzione vendite Alitalia nell'aeroporto internazionale di Francoforte, ha diretto per cinque anni la sezione web di un giornale settimanale cartaceo italiano a Londra, libero professionista, videomaker, artista raku, poeta, webmaster, blogger, ambientalista, presentatore, art director, graphic designer, speaker radio, giornalista freelance Internazionale iscritto presso l'agenzia GNS Press tedesca, collabora come freelance con diverse realtà sul web e sul territorio locale. Dal 1998 è direttore responsabile della rivista on line “BelSalento.com - arte, storia, ambiente, politica e cultura della Terra dei Due Mari - Servizi di Fruizione Culturale”.

Precedente Carta di Galatina - Municipio di Galatina, 29 giugno 2015 - i Servizi di BelSalento Successivo Quando la politica distrugge l'ambiente

Lascia un commento