Memorie istoriche della città di Gallipoli (1836) Prospetto della Fontana Di Bartolomeo Ravenna

di Giovanni Greco

Memorie istoriche della città di Gallipoli (1836)

Di Bartolomeo Ravenna

L’opera fu scritta da Bartolomeo Ravenna nel 1836. È un compendio che descrive la città natale sin dalle prime origini, facendo riferimento a Plinio e a Pomponio Mela per arrivare poi ai suoi giorni, cioè al 1700. Vengono descritte tutte le Chiese, le Confraternite, gli Ordini religiosi, il commercio, le arti, le scienze, le guerre, la popolazione] e l’economia della città. E’ presente la descrizione del Prospetto della Fontana di Gallipoli. L’opera è suddivisa in sei libri e ciascuno di essi è diviso in capitoli. Nel I si discute sull’origine della città, sulla sua fondazione e sulle ipotesi chesi riferiscono al nome originario della città, che veniva anticamente chiamata Anxa. Nel II e nel III si parla delle guerre e dei saccheggi; nel IV descrive la Basilica Concattedrale di Sant’Agata, le Confraternite, parrocchie e chiese. Nel V parla del Vescovado e delle attività religiose ed umane svolte. Nel VI e ultimo libro parla degli uomini illustri gallipolini che si sono distinti in campi differenti. L’opera descrive quindi minuziosamente tutti i caratteri della città.

Prospetto della Fontana di Gallipoli (1836)

Bartolomeo Ravenna storico di metà 800 della città di Gallipoli



Ricerche a cura del dott Giovanni Greco
BelSalento è un progetto a cura del dott Giovanni Greco

AsimovSe la conoscenza può creare dei problemi,
non è con l’ignoranza che possiamo risolverli
(Isaac Asimov)

 

 

 

 

— ~ —
a cura di Giovanni Greco
— ~ —
Segui BelSalento, arte storia ambiente e cultura della terra dei due mari.
Dal 1998 servizi di fruizione culturale : Tradizioni, Mare e Terra del BEL SALENTO.
Parco Letterario, Archeologia Industriale, Preistoria, Storia e Ambiente, Cucina, Arte, Musica, Poesie, Cinema, Teatro, Webtv, GreenLife, Foto, Giornalino e Video Documentari più un blog e due profili fb.