Masseria fortificata Carignano grande presso Nardò

a cura di Giovanni Greco
medioevo

nardo-le-masseria-carignano-grande-ph-marcello-gaballo

La masseria fortificata “Carignano Grande”

Nardò (LE). Masseria Carignano Grande (ph Marcello Gaballo)

La masseria fortificata “Carignano Grande” in contrada Carignano fra Nardò e il mare risale ai primi del XVI secolo e sulle fondamenta di un Casale sorto nel XV secolo : il Casale Carignano  che il Principe Giovanni Orsini del Balzo donò a Michele Carignano, In seguito questo Casale sarà dotato anche di una struttura difensiva come la maggior parte delle Masserie e case fortificate del Salento. Nel 1750 il Catasto onciario dice che la stuttura apparteneva al duca di Novoli e marchese di Trepuzzi Francesco Carignano. Il Casale era oramai divenuto un complesso edilizio dedito alla masseria e rappresenta una elevato esempio di architettura cinquecentesca. Si ipotizza l’intervento dell’architetto leccese Gian Giacomo dell’Acaja. Annessa vi è una torre colombaia.

sweet-architecture-i-luca-reverso-sargentin-la-masseria-carignano-grande-a-nardo-le

La Masseria Carignano Grande A Nardò (le)

Restauro e Rifunzionalizzazione di una memoria mediterranea

cfr : http://divisare.com/projects/11465-sweet-architecture-i-luca-reverso-sargentin-la-masseria-carignano-grande-a-nardo-le


BelSalento è un progetto a cura del dott Giovanni Greco

AsimovSe la conoscenza può creare dei problemi,
non è con l’ignoranza che possiamo risolverli
(Isaac Asimov)

 

 

 

 

— ~ —
a cura di Giovanni Greco
— ~ —
Segui BelSalento, arte storia ambiente e cultura della terra dei due mari.
Dal 1998 servizi di fruizione culturale : Tradizioni, Mare e Terra del BEL SALENTO.
Parco Letterario, Archeologia Industriale, Preistoria, Storia e Ambiente, Cucina, Arte, Musica, Poesie, Cinema, Teatro, Webtv, GreenLife, Foto, Giornalino e Video Documentari più un blog e due profili fb.

         

Precedente Neve nel Salento 6 e 7 gennaio 2017 IL VIDEO di BelSalento Successivo Neve: aumentano i disagi nel Salento e in tutta la Puglia. L'appello degli allevatori di vacche da latte ad Altamura