Le serate culturali a “la Colonna” 13, 20 e 27 maggio 2017 – Racconti e Poesie, Musica e Romanzi con Leo Tenneriello, Giuseppe Pascali, Davide Capoohto Caputo

a cura di Giovanni GrecoLe Serate Culturali alla Colonna di Maggio 2017 alla Galleria “la Colonna” di Salice, via Vittorio Emanuele II, num 92 (per info Giovanni Greco cell 373 7244103)Racconti e Poesie, Musica e Romanzi – 13, 20 e 27 maggio 2017 tre serate letterarie alla galleria “la Colonna” (Salice Sal. Le, via Vittorio Em II, num 92)
Sempre alle ore 18:30 vi aspettiamo fra letteratura, musica e poesia.
Leo Tenneriello – sab 13 maggio
Giuseppe Pascali – sab 20 maggio
Davide Capoohto Caputo – sab 27 maggio
Presenta la serata Giovanni Greco Genau per i servizi culturali di BelSalento

Leo Tenneriello presenta il nuovo lavoro “Wilde” sabato 13 maggio. Serata poetico musicale.

Leo Tenneriello alla galleria “la Colonna” Salice Sal (Le) 13 maggio 2017

Esistere per creare e creare per esistere” questo è il motivo di fondo del nuovo album, un mix di musica e letteratura con canzoni electro pop (allegro-malinconiche-ma non troppo) cariche di urgenza di vivere. Completa l’opera la personale lettura di un racconto dal titolo “L’uomo che dialogò col Genio” in cui prende vita una conversazione surreale sull’Arte, la Bellezza e il Dolore, tra un lettore e il protagonista del libro che sta leggendo. Il lavoro trae ispirazione dal “DeProfundis” di Oscar Wilde.


Giuseppe Pascali romanzo sabato 20 maggio. Giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno e scrittore, autore di romanzi storici, tra cui “Il sigillo del marchese” (Edizioni Lupo) e il nuovo “La maledizione di Toledo” (Edizioni Grifo), presentato quest’ultimo con Michele Mirabella alla Galleria del castello di Cavallino di Lecce.

Il Sigillo del Marchese di GIUSEPPE PASCALI alla galleria “la Colonna” Salice Salentino (Le) 20 maggio 2017

Con la lettura di pagine scelte a cura dell’attore Massimo Romano. Romanzo storico Caballino, borgo a pochi passi da Lecce, agosto 1637. La bella marchesa Beatrice Acquaviva d’Aragona, donna pia e devota, stremata dal suo nono parto muore a ventotto anni, lasciando nello sconforto il marito, il marchese Francesco Castromediano, e i popolani che l’avevano adorata per i privilegi che aveva concesso al paese come feudataria. Innamorato fino alla follia della moglie e convinto che neanche la morte potesse porre fine alla loro unione, in preda alla disperazione una notte il marchese pensa ad un gesto che potrà immortalare il loro amore nelle pagine della storia. Con la complicità di padre Bonaventura, priore del convento dei frati Domenicani, e di padre Bernardo, cugino di Beatrice, il marchese mette in atto il suo piano, consegnando a suo figlio primogenito di nove anni Domenico Ascanio il segreto di un gesto che conoscerà e dovrà svelare solo alla morte del padre. Nel frattempo, le oscure mire di don Pietro Altomonte, signorotto leccese senza scrupoli, si abbattono sul feudo di Caballino per strapparlo ai Castromediano, una sete di vendetta alimentata dall’essere venuto a conoscenza di un “segreto” del marchese. In una Lecce martoriata dall’epidemia di peste, tra colpi di scena, venature esoteriche ed essenze di vita monastica la storia riserverà, ventisei anni dopo il suo prologo, un incredibile finale.


Davide Capoohto sabato 27 maggio presenta “Onironauti” Nel territorio di Pace ci sono otto montagne, una pianura e un paesino. Sulle otto montagne ci sono otto montanari, animati da sentimenti diversi nei confronti degli altri, interessati a dominare sull’intera catena, nonostante la Natura avesse assegnato loro una montagna ciascuno. La Natura, poi, aveva popolato la pianura di animali, tutti erbivori, tranne due: un cane malato e una volpe col sogno di essere uguale agli altri, che non avevano bisogno di mangiare la carne. Nella pianura c’era un parco, grande, e nel parco c’era un tesoro, grandissimo. Nel paesino, tra tanta gente lì a Pace, c’era un ragazzo che aveva provato a viaggiare e a sognare, una specie di onironauta. 

ONIRONAUTI di Davide Caputo galleria “la Colonna” Salice Salentino (Le) per BelSalento 27/5/2017


Segui il gruppo facebook de “La Colonna” clicca QUI.


BelSalento è un progetto a cura del dott Giovanni Greco

AsimovSe la conoscenza può creare dei problemi,
non è con l’ignoranza che possiamo risolverli
(Isaac Asimov)

 

 

 

— ~ —
a cura di Giovanni Greco
info cel : 373 7244103
mail : [email protected]
fb : facebook.com/groups/belsalentoweb
— ~ —
Segui BelSalento, arte storia ambiente e cultura della terra dei due mari.
Dal 1998 servizi di fruizione culturale : Tradizioni, Mare e Terra del BEL SALENTO.
Parco Letterario, Archeologia Industriale, Preistoria, Storia e Ambiente, Cucina, Arte, Musica, Poesie, Cinema, Teatro, Webtv, GreenLife, Foto, Giornalino e Video Documentari più un blog e due profili fb

Iscriviti al nostro gruppo facebook

         

Precedente Ignoranza indotta alle origini di un diffuso disinteresse per ciò che accade Successivo Messaggio appello del dott Serravezza al sesto giorno di sciopero della fame e della sete dall'ospedale 2 maggio 2017