Crea sito
BelSalento.com - Servizi di Fruizione Culturale della Terra dei Due Mari
http://belsalento.altervista.org/la-posidonia-oceanica-delle-coste-salentine-la-sentinella-del-mediterraneo-che-tutela-la-biodiversita-marina/
Export date: Mon Oct 23 8:04:58 2017 / +0000 GMT

La Posidonia oceanica delle coste salentine. La sentinella del Mediterraneo che tutela la biodiversità marina




di Giovanni Greco

La Posidonia oceanica delle coste salentineHa la funzione di proteggere le spiaggie dall'erosione costiera durante i mesi invernali.


E' una sentinella del Mediterraneo che tutela la biodiversità marina. Avete presente le foglie della Posidonia lungo il litorale sabbioso ? La si trova dappertutto nella penisola del Salento, sui fondali della costa sabbiosa o rocciosa dello Ionio e dell'Adriatico. E' parte della flora marina, ed è quell'alga che si vede spessissimo ondeggiate nel mare  cristallino del Salento e che spesso crea cumuli di alghe sulle nostre spiagge. Trattasi di Posidonia oceanica, pianta che perde ciclicamente le foglie le più vecchie della sua prateria nei fondali marini del Mediterraneo.




Cozza Penna “Pinna Nobilis” con Posidonia oceanica

La Posidonia infatti, è una fanerogama marina endemica del Mediterraneo che svolge importanti funzioni ecologiche; e quelle foglie più vecchie, sono le alghe che si accumulano frequentemente lungo le coste, anche in quantità ingenti. Le praterie sommerse, abitate dalla Posidonia, costituiscono  un ecosistema molto produttivo : è fra esse che nascono le meravigliose Cozza Penna anche dette “Pinna Nobilis” 1. La “Posidonia” è decisiva, oltre che per l'elevata quantità di ossigeno apportato attraverso la fotosintesi, anche per la sopravvivenza dell'intera area sommersa poiché essa protegge la costa dai fenomeni erosivi causati dal moto ondoso e fornisce cibo e zone di rifugio interne alle molteplici specie marine presenti.


La loro presenza sulle spiagge è puntualmente percepita come un rifiuto, un degrado  per le spiagge, tanto che i comuni costieri e i gestori degli impianti balneari provvedono alla rapida rimozione e al loro smaltimento in discarica. Eppure anni fa c'era un progetto di grande sensibilizzazione ambientale per creare compost a base di posidonia e di residui della potatura dell'olivo assieme ad altri scarti mercatali di verdura. E' un progetto di recupero eco-compatibile dei resti dell'alga Posidonia oceanica.





Le foglie che frequentemente perde sono trasportate dalle correnti e dalle mareggiate in prossimità degli arenili sul bagnasciuga e nei primi metri di acqua. Quei cumuli di alghe sono conosciuti con il termine “banquettes” che formano strutture alte anche un metro. Si hanno tre tipologie di banquettes a seconda della loro evoluzione (ancora verdi, marrone e marrone scuro); e le loro composizioni possono esercitare la funzione “tampone” nel trattenere sedimenti e ridurre energia del moto ondoso. La loro presenza svolge una azione protettiva dei litorali nei confronti dell'erosione, proprio perché, assorbendo energia al moto ondoso, ne riduce la capacità erosiva del mare, conservandone la stabilità delle spiagge". Cfr : http://www.ilnautilus.it/news/2012-09-17/posidonia-spiaggiata-e-un-rifiuto_11698/ 2


La Posidonia (Posidonia oceanica) è il “polmone verde” del mare,  è una pianta acquatica, propria del Mar Mediterraneo che attecchisce su fondali mobili, profondi da pochi cm fino a 40 metri. Ha caratteristiche simili alle piante terrestri, ha radici, rizomi (fusti sotterranei che collegano fra loro le piante di posidonia), foglie, in determinati periodi produce fiori, frutti e semi. Fiorisce in autunno e in primavera produce frutti galleggianti volgarmente chiamati “olive di mare”. Può formare delle praterie sommerse ed estese decine di metri quadrati. Le sue foglie hanno una crescita verticale che può raggiungere oltre 1 metro di altezza. Grazie ai suoi rizomi questa pianta mantiene compatto il fondale marino del Salento contrastando l'erosione e rallentando il moto ondoso. Pertano ha la funzione di proteggere le spiaggie dall'erosione costiera durante i mesi invernali. Basta lasciare la posidonia sull'arenile. Infatti mischiandosi e compattandosi con la sabbia, può contrastare l'erosione dovuta alle mareggiate invernali.


Cfr : http://www.slideserve.com/umika/posidonia-oceanica 3

http://belsalento.altervista.org/la-meravigliosa-cozza-penna-pesca-illegale/




Ricerche a cura del dott Giovanni Greco
BelSalento è un progetto a cura del dott Giovanni Greco


AsimovSe la conoscenza può creare dei problemi,
non è con l'ignoranza che possiamo risolverli
(Isaac Asimov)



 








 

 

— ~ —
a cura di Giovanni Greco
info cel : 373 7244103
mail : [email protected]
4fb : facebook.com/groups/belsalentoweb 5
— ~ —
Segui BelSalento, arte storia ambiente e cultura della terra dei due mari.
Dal 1998 servizi di fruizione culturale : Tradizioni, Mare e Terra del BEL SALENTO.
Parco Letterario, Archeologia Industriale, Preistoria, Storia e Ambiente, Cucina, Arte, Musica, Poesie, Cinema, Teatro, Webtv, GreenLife, Foto, Giornalino e Video Documentari più un blog e due profili fb

Iscriviti al nostro gruppo facebook



Links:
  1. http://belsalento.altervista.org/la-meravigliosa-c ozza-penna-pesca-illegale/
  2. http://www.ilnautilus.it/news/2012-09-17/posidonia -spiaggiata-e-un-rifiuto_11698/
  3. http://www.slideserve.com/umika/posidonia-oceanica
  4. http://belsalento.altervista.org/cdn-cgi/l/email-p rotection#5037393f26313e3e397e37353e312510373d3139 3c7e333f3d
  5. http://facebook.com/groups/belsalentoweb
Post date: 2017-07-08 21:14:11
Post date GMT: 2017-07-08 19:14:11

Post modified date: 2017-07-08 21:14:11
Post modified date GMT: 2017-07-08 19:14:11

Export date: Mon Oct 23 8:04:58 2017 / +0000 GMT
This page was exported from BelSalento.com - Servizi di Fruizione Culturale della Terra dei Due Mari [ http://belsalento.altervista.org ]
Export of Post and Page has been powered by [ Universal Post Manager ] plugin from www.ProfProjects.com