Bortone in BelSalento

ricerche a cura del dott Giovanni Greco

artistiAntonio BortoneAntonio Ippazio Bortone

Scultore Ruffano, 13 giugno 1844 – Lecce, 2 aprile 1938

Artista eclettico, è uno degli esponenti più rappresentativi della scultura italiana a cavallo fra l’800 e il ‘900. La sua formazione di base si svolge fra Lecce e Napoli. A soli dieci anni scolpì il ritratto del padre Carmelo. Il busto era sorprendentemente rassomigliante e, in breve tempo, accrebbe la fama del giovane talento. Sicché l’intendente provinciale Sozy Carafa convocò l’artista-fanciullo e gli chiese un ritratto. L’opera, eseguita con gran maestria, convinse l’alto funzionario a far proseguire gli studi al Bortone, il quale apprese i primi rudimenti del disegno e della scultura nell’ospizio S. Fernando in Lecce. Fu affidato allo scultore Antonio Maccagnani (zio del famoso Eugenio), che gli insegnò una buona tecnica. Nel 1861 la Provincia gli corrispose un assegno con il quale poté completare gli studi accademici presso l’Istituto superiore d’arte a Napoli. Verso il 1865 si stabilì a Firenze per quarantacinque anni, dove ha dato prova della sua maturità stilistica e dove poté avvicinarsi al noto scultore senese Giovanni Dupré. Sotto la sua guida eseguì la scultura in marmo Il gladiatore morente. Alla vista di quell’opera Dupré esclamò: “collega”. Fu l’inizio del successo. Da allora in Toscana Bortone eseguì numerosi busti: Garibaldi, Vanini, Galateo; realizzò il Fanfulla da Lodi opera che riscosse calorosi consensi dalla critica alla mostra di Napoli del 1877, e che fu premiata all’Esposizione Universale di Parigi dell’anno dopo. In questi anni scolpì busti, statue e monumenti per la città toscana (il monumento a Gino Capponi in Santa Croce, i busti di Giotto e Michelangelo per la facciata di S. Maria del Fiore, ed altre opere). Prese parte anche alla decorazione dell’altare della Patria, a Roma. A Lecce e nel Salento realizzò altri monumenti (/ Martiri di Otranto, Giuseppe Garibaldi, Sigismondo Castromediano …). Ad una rara perizia tecnica non fa corrispondere una particolare inventiva. Sa però contenere i toni celebrativi ed aulici che sono propri di quegli scultori che nella seconda metà dell’Ottocento si identificano facilmente con una fraintesa tradizione classicista e monumentalista.


Ricerche a cura del dott Giovanni Greco;
dott in Conservazione dei Beni Culturali, con laurea in archeologia industriale, è studioso e autore di numerose ricerche sul Salento, Erasmus in Germania nel 1996, ha viaggiato per venti anni in Italia e in Europa, ha lavorato un anno in direzione vendite Alitalia nell’aeroporto internazionale di Francoforte, ha diretto per cinque anni la sezione web di un giornale settimanale cartaceo italiano a Londra, libero professionista, videomaker, artista raku, poeta, webmaster, blogger, ambientalista, presentatore, art director, graphic designer, speaker radio, giornalista freelance Internazionale iscritto presso l’agenzia GNS Press tedesca, collabora come freelance con diverse realtà sul web e sul territorio locale. Dal 1998 è direttore responsabile della rivista on line “BelSalento.com – arte, storia, ambiente, politica e cultura della Terra dei Due Mari – Servizi di Fruizione Culturale”.
BelSalento è un progetto a cura del dott Giovanni Greco

i miei viaggi in Europa dal 1996 al 2014 – Giovanni Greco

Sostieni il sito di BelSalento.comun progetto nato nel 1998 a cura del dott Giovanni Greco. Se ti sono piaciute le ricerche dei nostri articoli e trovi utile l’impegno e il lavoro di fruizione culturale che offriamo da circa venti anni, sostieni questo sito con una tua libera e preziosa donazione su PayPal; scegli tu l’importo che ritieni giusto donarci. Il tuo contributo è fondamentale per farci crescere e migliorare la produzione dei video-documentari e delle pagine internet che leggi sfogliando questo sito.
L’intera redazione di BelSalento.com te ne sarà infinitamente grata
😉



Asimov

Se la conoscenza può creare dei problemi, non è con l’ignoranza che possiamo risolverli (Isaac Asimov)

Segui BelSalento.com, arte storia ambiente e cultura della terra dei due mari. Dal 1998 servizi di fruizione culturale : Tradizioni, Mare e Terra del BEL SALENTO. Parco Letterario, Archeologia Industriale, Preistoria, Storia e Ambiente, Cucina, Arte, Musica, Poesie, Cinema, Teatro, Webtv, GreenLife, Foto, Giornalino e Video Documentari più un blog e due profili fb

 

a cura di Giovanni Greco