13 febbraio giornata della memoria per le vittime dell’Unità d’Italia – 16, 17 e 18 febbraio 2018 manifestazioni a Gaeta

a cura del dott Giovanni Greco

jhgfghjklkj

13 febbraio giornata della memoria per le vittime dell’Unità d’Italia – la giornata è stata ricordata nelle manifestazioni di Gaeta del 16, 17 e 18 febbraio 2018

Qui il video del 16, 17, 18 febbraio 2018, dedicate alla Giornata della Memoria dei Popoli delle Due Sicilie, nel ricordo della presa di Gaeta del 13 febbraio 1861 – con interviste a Diego Fusaro, Pino Aprile, Gennaro De Crescenzo, Fiore Marro, Antonio Ciano, Michele Ladisa, Capitano Alessandro Romano, Maurizio Vitiello, Carlo Capezzuto, Gianfranco Lucariello, Don Luciano Rotolo; segue un collage delle tre giornate con gli interventi e le presentazioni musicali dei convenuti all’evento. A seguire le interviste.
Montaggio e servizio a cura di Giovanni Greco – Gaeta 16, 17, 18 febbraio 2018

Video intervista a Diego Fusaro a cura di Giovanni Greco per i servizi di fruizione culturale di BelSalento.com – Il sottofondo musicale all’inizio ed alla fine dell’intervista è de “Le Dame del Regno”.

Al convegno principale delle tre Giornate della Memoria dei Popoli delle Due Sicilie, la sala era stracolma : oltre 250 posti a sedere tutti occupati e tanti in piedi e nelle sale antistanti giunti da Campania, Sicilia, Puglia e anche da altre regioni del centro-nord. Mai avevamo assistito ad una presenza così corposa e, tra l’altro, così composta e silenziosa; una presenza attiva che ha ascoltato l’intero convegno di venerdi 16 (che è durato più di 3 ore), e parimenti gli altri convegni di sabato e di domenica mattina, sono stati caratterizzati dalla medesima educazione della sala – sempre piena di persone attente agli eventi in programma. Oltre due pullman da Napoli e dalla zona vesuviana.
Il 13 febbraio 1861 è la data che segnò la fine del Regno delle Due Sicilie. E quel giorno si  illuminò anche dell’ultima eroica resistenza borbonica e antisabauda.
A partire da quest’anno quindi, su delibera della Regione Puglia e della Regione Basilicata, è stata scelta la data del 13 febbraio, la “giornata della memoria”, per ricordare quel 13 febbraio 1861 che segnò la fine del Regno delle Due Sicilie.

Numerose sono state le manifestazioni della tre giorni di Gaeta,  alle quali hanno partecipato Diego Fusaro (filosofo), Pino Aprile (giornalista e scrittore), Michele Ladisa (Segretario generale del Movimento Duosiciliano), Mariolina Spadaro (docente università degli studi di Napoli Federico II), Gennaro De Crescenzo (presidente del Movimento Neoborbonico), Fiore Marro (Presidente Nazionale dei Comitati Due Sicilie), Capitano Alessandro Romano (Coordinatore Movimento Neoborbonico), Antonio Ciano (studioso e ricercatore delle giornate di Gaeta), i Movimenti Unione Mediterranea, Meridionalisti Democratici e Tavola Meridionale e tante altre associazioni neoborboniche, studiosi e giornalisti. L’intero evento è  stato promosso dal Movimento Neoborbonico, dalla Fondazione Il Giglio, Passato e Futuro Onlus e dai Comitati Due Sicilie con il patrocinio della Real Casa di Borbone Due Sicilie, del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, dall’Associazione Nazionale Cavalieri Costantiniani con il Comune di Gaeta e i Comuni di Casalduni, Mongiana e Motta Santa Lucia e oltre 20 gruppi neomeridionalisti e identitari: Comitati Due Sicilie, Osservatorio delle Due Sicilie, Imago Historiae Milites Luci, Tesori dell’Arte, Terraurunca, Fondazione Francesco II di Borbone, Associazione Vento da Sud, Rete di Informazione delle Due Sicilie, Associazione Due Sicilie – Gioiosa Jonica, Movimento Duosiciliano, Rivista Il Brigante, Terroni di Pino Aprile,  Ilnuovosud.it, Rete delle Due Sicilie, Comitato Studi Storici Meridionali, Briganti della Magna Grecia, Parlamentoduesicilie.it, Lazzari e Briganti, Le Ali di Checco, Bottega delle Due Sicilie, Le Dame del Regno – Ensemble delle Due Sicilie,  Musicisti Basso Lazio, Agorà di Volcei Buccino, Siamo Tutti Briganti, Comitato Studi Storici Meridionali, Fantasie d’Epoca, Real Cappella Napolitana, Guardia d’Onore alle Reali Tombe dei Borbone.

Giovanni Greco

Qui le pagine contenenti i video di pochi minuti, con le interviste ai partecipanti

  1. Intervista a DIEGO FUSARO
  2. Intervista a PINO APRILE
  3. Intervista a ALESSANDRO ROMANO
  4. Intervista a ANTONIO CIANO
  5. Intervista a CARLO CAPEZZUTO
  6. “Le Dame del Regno” con Teresa Soprano Sparaco
  7. Intervista a FIORE MARRO
  8. Intervista a GIANFRANCO LUCARIELLO
  9. Intervista a GENNARO DE CRESCENZO
  10. Intervista a MAURIZIO VITIELLO
  11. Intervista a PASQUALE IACOVELLA Sindaco di CASALDUNI
  12. Intervista a don LUCIANO ROTOLO
  13. Intervista alla DICHIARAZIONE POLITICA di alcuni movimenti presenti

I pensieri di Gennaro De Crescenzo e di Fiore Marro riassumono in pieno il senso dell’evento di quest’anno 2018 a Gaeta :

“Numeri importanti (tutto a spese di noi partecipanti, viaggi inclusi: poche associazioni in giro sarebbero capaci di riempire per un evento culturale una sala come quella del Serapo). Pochi partiti italiani (se non con pullman -e altro- gratis) la riempirebbero proprio in questi giorni… Vince, invece, la sacralità di Gaeta (altro che partiti&elezioni), vince il giorno della memoria (altro che le accademiche opposizioni), vincono gli incontri e gli abbracci per strada con i tanti “fratelli” calabresi, pugliesi, siciliani, abruzzesi, molisani. Vince l’unione (vera) di oltre 20 gruppi, vincono gli applausi scroscianti e convinti ad un convincente, chiaro e coraggioso nuovo amico (il filosofo Diego Fusaro, “piemontese ma mediterraneo”, sulla necessità di scrivere -e non ‘riscrivere’- la ‘storia dei vinti’ “contro la logica e il potere dei dominanti”), vincono le notizie preziose della prof.ssa Spadaro, le idee, i progetti e la carica del solito grande Pino Aprile. Vincono i resoconti e le prospettive degli oltre 30 interventi del “Parlamento delle Due Sicilie”, vince (finalmente) la “gara” aperta tra i comuni che (ora) vogliono ospitare il monumento della memoria (dopo un anno di burocrazia), vince (lasciatemelo dire) la fatica di Daniele, Alessandro, Emilio, Salvatore e Gennaro (e mi scuso con quelli con i quali non ho avuto neanche il tempo di scambiare qualche parola), vincono i tanti che ci hanno ringraziato e continuano a farlo in queste ore, vincono i nostri ragazzi e i nostri bambini (figli e nipotini), vincono i canti, i suoni, i colori dei film e degli spettacoli e le ricerche dei “libri dalle Due Sicilie”, vincono le belle parole del Principe Carlo di Borbone, vince l’inno di Paisiello della Real Cappella Napolitana, vincono le testimonianze dei sindaci di Gaeta, Casalduni e Motta Santa Lucia, vincono la storia di Gaeta e la magia dei suoi luoghi con le visite guidate, le speranze dei ragazzi delle scuole di Secondigliano (le vere eccellenze napoletane), vince il ricordo dei caduti di ieri e di oggi in chiesa con i soldati di ieri e di oggi, vince quella bandiera che torna a sventolare, fiera e felice, su quei bastioni verso Gaeta… 2019 (ci stiamo già lavorando)! Grazie a tutti. Ci ri-vediamo a Gaeta!

#neoborbonici #duesicilie #gaeta2018

Gennaro De Crescenzo


“E’ stato un successo di presenze, un crescendo identitario, di propositi e condivisione, che fa bene sperare per il futuro; diciamo pure che se la Patria, dovesse fare leva e sperare sull’appoggio e la partecipazione dei tanti chiacchieroni della Web, quelli che vogliono cambiare il mondo a parole, il savoja e i suoi accoliti possono dormire sonni tranquilli, in eterno.
Ciò che non cambia è la volontà di cambiare.
Grazie a tutti voi e al vostro contributo Gaeta resiste ancora.

Fiore Marro”

L’ampio programma della tre giorni di Gaeta 2018 si è sviluppato con un ritmo sereno, merito di una organizzazione impeccabile.

Sabato 17 ore 9.00 Hotel Serapo, Seduta del “Parlamento delle Due Sicilie” sul tema “La mia Gaeta: racconti, progetti e speranze”. Coordinati da Fiore Marro

IL GRANDE PROGRAMMA DI GAETA. 

16, 17 e 18 FEBBRAIO. LE GIORNATE DELLA MEMORIA DEI POPOLI DELLE DUE SICILIE.

Memoria Orgoglio Riscatto.

PROGRAMMA

VENERDÌ 16 FEBBRAIO 2018

ore 16.30 Hotel Serapo – Raduno dei Movimenti, delle Associazioni e dei gruppi identitari con la presentazione delle attività attraverso video, foto, relazioni e progetti comuni e individuali. Allestimento stand espositivi.

ore 18.00 Hotel Serapo – “LIBRI DALLE DUE SICILIE”, presentazioni a cura della prof.ssa Mariolina Spadaro (Università degli Studi di Napoli):  “Sulle orme di Bayard” (Nunzia Cantile); “La Marina Mercantile delle Due Sicilie” (Lucio Militano); “Angelo Mangone: L’industria del Regno di Napoli 1859-1860” (Gennaro De Crescenzo); “Il grande libro del Regno delle Due Sicilie” (Carlo Capezzuto). A seguire: “Il tramonto del sole”, video-presentazione del film a cura di Pino Marino

ore 20.00 Cena Conviviale presso l’Hotel Serapo

SABATO 17 FEBBRAIO 2018

ore  09.00 – 12.00 Visite guidate –Due itinerari:

1)   09.00–12.00 Al Castello del Re: visita teatralizzata nel Castello Angioino dove incontreremo Francesco II e Maria Sofia. Posti limitati: necessaria prenotazione e contributo di accesso. Appuntamento direttamente al Castello. Informazioni e prenotazioni 389 8256341 –[email protected]

2)  09.30-12.00 Alla scoperta della Gaeta Borbonica: visita guidata gratuita con soste alle  Porte di accesso della Fortezza, alla Cappella d’oro di Pio IX e conclusione presso il Sacrario del Duomo. Partenza dal piazzale antistante l’Hotel Serapo. Ritorno da Piazza Traniello, alle 13.00, con possibilità di navetta per l’Hotel Serapo. Informazioni 335 7117626 –[email protected]

ore 9.00 Hotel Serapo, Seduta del “Parlamento delle Due Sicilie” sul tema “La mia Gaeta: racconti, progetti e speranze”. Coordinati da Fiore Marro, apre i lavori Antonio Ciano con interventi di Freddy Adamo, Giancarlo Costabile, Mario Romano, Luciano Rotolo, Davide Brandi, Luca Antonio Pepe, Pasquale Zavaglia, Rosario Belmonte, Luigi Spina, Mario Bellotti, Gennaro Pisco, Alessandro Malerba, Giuseppe Milano, Michele Ladisa, Gianfranco Rogato, Gino Giammarino, Francesco Sorace, Carlangelo Chiarandà Scillamà, Gennaro Pisco, Tiziana Coda, Dario Piraino, Elio Fortuna, Francesco Spinosa, Andrea Tamburelli Lanzara, Augusto Forges Davanzati, Luigi Andreozzi, Antonio Pulcrano, Ubaldo Sterlicchio. Segreteria a cura di Emilio Caserta, presidenza a cura del presidente vicario del “Parlamento” Augusto Santaniello.

ore 12.30 INAUGURAZIONE DEL MONUMENTO DELLA MEMORIA DEI POPOLI DELLE DUE SICILIE con Pino Aprile e inno a cura della Real Cappella Napolitana (via dell’Annunziata sul Lungomare Caboto)

ore 15.30 Hotel Serapo: Progetto Eccellenze Napoletane a cura di CPIA Napoli-Secondigliano con gli allievi e la prof.ssa Maria Antonietta Terlizzi .

Incontro sul tema “Gaeta: dall’assedio alle insorgenze” (storie e immagini) a cura di Daniele Iadicicco e Alessandro Romano. A seguire, presentazione del video del film “Il tramonto del sole“ a cura di Pino Marino e musiche del tempo con Daniela Terlati (“L’angelo del Sud”).

ore 17.30 CONVEGNO SUL TEMA: “MEMORIA ORGOGLIO RISCATTO”. Saluti dei sindaci e   di Franco  Ciufo (Associazione Cavalieri Costantiniani).

Modera GENNARO DE CRESCENZO, interventi di MARIOLINA SPADARO, PINO APRILE E DIEGO FUSARO.

ore 20.00 Cena Conviviale presso l’Hotel Serapo.

DOMENICA 18  FEBBRAIO 2018

ore 10.00 Santuario della Trinità alla Montagna Spaccata – Santa Messa.


Mostre, convegni, proiezioni di film, presentazioni di libri, visite guidate, concerti e al termine la cerimonia religiosa, l’inno del Regno Duo Siciliano e l’alzabandiera sulla fortezza, simbolo dell’assedio e della resistenza all’invasore. Sono onorato d’aver partecipato alle giornate del 16, 17 e 18 febb 2018 per la Commemorazione della caduta di Gaeta del 13 febbraio 1861. E queste giornate per me, e credo per tutti noi, sono state “l’inizio di un nuovo presente e di un futuro ancora più forte”.
Viva ‘o re!

Giovanni Greco

Qui di seguito il link della Fondazione Francesco II sul convegno di Gaeta 2018, a cura di don Luciano Rotolo http://www.fondazionefrancescosecondo.it/it/eventi-della-fondazione/il-convegno-di-gaeta-2018-91


link correlati

13 febbraio – REGIONE PUGLIA APPROVA IL GIORNO DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DUOSICILIANE DELL’UNITÀ


a cura del dott Giovanni Greco;
dott in Conservazione dei Beni Culturali, con laurea in archeologia industriale, è studioso e autore di numerose ricerche sul Salento, Erasmus in Germania nel 1996, ha viaggiato per venti anni in Italia e in Europa, ha lavorato un anno in direzione vendite Alitalia nell’aeroporto internazionale di Francoforte, ha diretto per cinque anni la sezione web di un giornale settimanale cartaceo italiano a Londra, libero professionista, videomaker, artista raku, poeta, webmaster, blogger, ambientalista, presentatore, art director, graphic designer, speaker radio, giornalista freelance Internazionale iscritto presso l’agenzia GNS Press tedesca, collabora come freelance con diverse realtà sul web e sul territorio locale. Dal 1998 è direttore responsabile della rivista on line “BelSalento.com – arte, storia, ambiente, politica e cultura della Terra dei Due Mari – Servizi di Fruizione Culturale”.
BelSalento è un progetto a cura del dott Giovanni Greco

Sostieni il sito di BelSalento.comun progetto nato nel 1998 a cura del dott Giovanni Greco. Se ti sono piaciute le ricerche dei nostri articoli e trovi utile l’impegno e il lavoro di fruizione culturale che offriamo da circa venti anni, sostieni questo sito con una tua libera e preziosa donazione su PayPal; scegli tu l’importo che ritieni giusto donarci. Il tuo contributo è fondamentale per farci crescere e migliorare la produzione dei video-documentari e delle pagine internet che leggi sfogliando questo sito.
L’intera redazione di BelSalento.com te ne sarà infinitamente grata
😉



Asimov
Se la conoscenza può creare dei problemi, non è con l’ignoranza che possiamo risolverli (Isaac Asimov)

Segui BelSalento.com, arte storia ambiente e cultura della terra dei due mari. Dal 1998 servizi di fruizione culturale : Tradizioni, Mare e Terra del BEL SALENTO. Parco Letterario, Archeologia Industriale, Preistoria, Storia e Ambiente, Cucina, Arte, Musica, Poesie, Cinema, Teatro, Webtv, GreenLife, Foto, Giornalino e Video Documentari più un blog e due profili fb

 

a cura di Giovanni Greco
         

Archeologia Industriale, Borbone e Risorgimento, oltre 100 Video Documentari di BelSalento, Storia

Informazioni su belsalento

Giovanni Greco, dott in Conservazione dei Beni Culturali, con laurea in archeologia industriale, è studioso e autore di numerose ricerche sul Salento, Erasmus in Germania nel 1996, ha viaggiato per venti anni in Italia e in Europa, ha lavorato un anno in direzione vendite Alitalia nell'aeroporto internazionale di Francoforte, ha diretto per cinque anni la sezione web di un giornale settimanale cartaceo italiano a Londra, libero professionista, videomaker, artista raku, poeta, webmaster, blogger, ambientalista, presentatore, art director, graphic designer, speaker radio, giornalista freelance Internazionale iscritto presso l'agenzia GNS Press tedesca, collabora come freelance con diverse realtà sul web e sul territorio locale. Dal 1998 è direttore responsabile della rivista on line “BelSalento.com - arte, storia, ambiente, politica e cultura della Terra dei Due Mari - Servizi di Fruizione Culturale”.

Precedente Convegno GIORNATA DELLA MEMORIA PER LE VITTIME MERIDIONALI DELL'UNITA' D'ITALIA - Galatone 10/02/2018, Crocifisso Aloisi, Lorenzo Del Boca e Pino Aprile Successivo SCIACCA: CATEGORICO NO ALLA STERILIZZAZIONE SERIALE DEI CANI